Post più popolari

giovedì 22 giugno 2017

Risotto agli asparagi di stagione - facile e veloce

Non so voi, ma io amo i blog di cucina. Non ne ho uno preferito, diciamo che alle volte mi ritrovo con il frigo vuoto e la sola capacita' di farmi un uovo sodo troppo cotto, e allora maledico un pochetto i supermercati che chiudono tutti alle 8 e cerco su google "Ricette con avocado riso e mandorle" trovando centinaia di blog che mi salvano la cena (giuro, non e' male riso mandorle e avocado).

Sono una pessima lettrice di blog di cucina perche' nelle ricette c'e' sempre quel "e ora spolverate tutto con della cannella del Peru' meridionale e lasciate riposare due ore prima di mettere in forno", e io la prendo come un "seee sticazzi se avessi la cannella del Peru' O abbastanza tempo da perdere sarei Antonella Clerici, altro che star qui a far la pezzente su Internet", schiaffo un po' di sale e/o zucchero e butto in forno. E poi mi arrabbio con le tizie che commentano "Oh Lauretta del blog CucinoIoCuciniTuCuciniamoNoi, mi e' venuta proprio perfetta la tua ricetta", perche' a me non assomiglia mai alle fotografie.



Foto tutte prese da GialloZafferano per attirare piu' lettori


Pero' benedico i blog perche' ricordo che quando io e mio moroso abbiamo fatto la sbrisolona e abbiamo chiesto la ricetta a sua mamma, lei ha tirato fuori un quaderno con scritte a mano tutte le sue ricette e con i trafiletti delle riviste anni 70' in cui si spiegava come fare il pesce o la torta di mele. 

Voglio dire, fossi stata giovane in quei tempi quanti piatti di riso in bianco mi sarei fatta. Sicuro avrei lottato con piu' vigore per togliere le donne dalle cucine. 

C'e' pero' una cosa che non capisco dei blog di cucina. Quelli tipo GialloZafferano fanno partire a tradimento quei video odiosi dove la tizia con la voce stridula o il tizio so-tutto-io ti spiegano in modo fastidiosissimo come fare una frittata e tu devi precipitarti a togliere il suono. Quelli amatoriali tipo Lauretta CucinoIoCuciniTuCuciniamoNoi di solito partono sempre con dei giganteschi cappelli prima di darti la ricetta "Oggi la vostra Lauretta e' andata a trovare il cugino Tobia e si e' detta, che gli porto? A Tobia tanto piacciono i fagiolini ma non sono di stagione...".

E io che mi chiedo: sto cercando di farmi una cena con tre ingredienti, chemmifrega del cugino tuo?


Certo, GialloZafferano mi ha inconsapevolmente prestato le foto ma io mi sono dovuta sorbire tutte le sue pubblicita' 


Ma poi ho capito. Come se Levi-Strauss non ci avesse insegnato nulla sul cotto e il crudo. Il cibo e' una questione di relazioni sociali, e alla gente piace andare su Internet e PARLARE di cibo. Non sono tutti come me che DAVVERO non sanno in che modo unire gli ingredienti che hanno in frigo. Tutto quel food porn su Instagram con gli hashtag #CenettaLeggera e le foto di tacchini ripieni di piccione e' perche' alla gente piace il cibo come argomento di conversazione oltre che come cosa da mettersi in pancia.


Tutta questa premessa perche' oggi voglio parlarvi di asparagi


Risotto agli asparagi di stagione - facile e veloce


Ciao a tutte mie care (perche' si sa, la cucina ancora il patriarcato non l'ha sconfitto), oggi la vostra Giupy vuole parlarvi della verdura che piu' di tutte fa primavera: l'asparago!


Infatti in Germania questo periodo dell'anno lo chiamano proprio SPARGELZEIT, cioe' il tempo degli asparagi (che poi e' pure un film in cui una giovane tedesca si innamora per la prima volta e finisce tutto a birra e crauti).


Ovunque tu vada ci sono gli asparagi. Nei banchetti dei mercati. Nei supermercati. Ovviamente sottaceto. Ma ho pure visto dei distributori automatici nelle strade di campagna.

DISTRIBUTORI AUTOMATICI DI ASPARAGI.

Pero' non sono come i nostri. O meglio, ci sono quelli verdi nostri e quelli bianchi enormi che non sanno di nulla. Pero' quelli locali e tedeschi sono quelli bianchi, che infatti sono chiamati asparagi e basta. Quelli verdi sono asparagi verdi.


Quindi chi sono io per non comprare gli asparagi e mangiarmeli per festeggiare la primavera? (E non state qui a farmi i fiscali, LO SO che da ieri siamo in estate ma l'estate tedesca e' un concetto metafisico piu' che temporale).


E qui vi propongo la mia ricetta del risotto agli asparagi made in cruccolandia, sperando che abbiate letto fin qui attirati dal titolo accattivante.



Questi sono quelli milanesi. No tedeschi


Ingredienti

- riso
- asparagi
- quello che avete in casa 

Tempo di preparazione: quattro o cinque canzoni lasciate andare su YouTube con inframezzo pubblicitario dello spray per coprire gli odori quando si va in bagno.


Procedimento: prendete quello che avete in casa e mettetelo in una pentola con acqua per fare il brodo. Certo, potreste usare il dado gia' fatto ma contiene il glutine e io povera sfigata non posso mangiarlo.


Poi iniziate a pensare che volete farvi domani come schiscetta del pranzo.

Poi pulite piu' o meno sommariamente gli asparagi e tagliateli come viene.
Poi ricordatevi che c'e' da far andare la lavatrice.
Ppoi mettete a tostare il riso in una padella.
Poi andate a far andare la lavatrice e li vi accorgete che c'e' pure da riempirla.
Mettete su il podcast dell'ultimo Internazionale per non annoiarvi.
A quel punto vi accorgerete che il riso sta bruciando.
Prendete il vino dell'aperitivo dell'altro giono e mettetene una quantita' a caso nella padella provocando una sorta di fungo nucleare di fumo e grande sfrigolio che vi fara' perdere l'oroscopo di Rob Brezsny nel podcast.
Bevete un po' di vino, che e' stata dura.
Mischiate gli asparagi.
Fatevi venire una grande idea per il vostro ultimo articolo e mollate tutto per andare a scriverla al pc.
Tornate in cucina e accorgetevi che il riso si e' attaccato al fondo della padella.
Mettete il brodo abbondande e girate per fare l'onda.
Fare l'onda vi annoia quindi mettetevi ad ascoltare i messaggi vocali di whatsapp.
Cantate a voce molto alta "Non sono una signora" quando avete finito i messaggi.
Andate a gettare la spazzatura per far passare il tempo. 


Si ecco, diciamo che piu' o meno viene cosi'


E VOILA'! Il risotto e' pronto. Se l'avete in casa metteteci formaggio, o burro, o quello che trovate. 

Mangiatelo davanti alla nuova stagione di Orange is the New Black cosi' sarete prese dalla trama e non sentirete minimamente il sapore di quello che state mangiando.

E poi prendete quello che avete usato per fare il brodo e portatevelo domani come schiscetta assieme al riso avanzato visto che chiaramente avete dimenticato di preparare il pranzo.


E presto e' ancora week end, e ci sara' moroso a fare un riso perfetto, mentre io leggo Internazionale ad alta voce. 


Buon appetito!

8 commenti:

  1. Anche a me non piacciono i video che si aprono da soli quando entri in un blog.. ecco perchè evito Giallo Zafferano a prescindere. Comunque sia, i distributori automatici di asparagi sono magnifici!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Devo ancora capire come funzionano perche' li ho solo visti da lontano...

      Elimina
  2. Bello tutto: i siti foodie, il risotto sublime con gli asparagi e la nuova di OITNB!però niente io non cucino neanche se viene quella di giallo zafferano in persona a casa mia... indicativamente un mio piatto tipico sono muesli con yogurt
    Marika

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io adoro yogurt e cose, di solito e' la mia colazione ma va bene sempre

      Elimina
  3. Io non amo particolarmente i blog di cucina perchè nelle ricette che trovo c'è sempre qualcosa che non posso mangiare e mi viene il nervoso.
    Le ricette me le passano mamma e suocera 😂

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si anche io ho questo problema e infatti divento creativa. Cosi' quando leggo "mezzo chilo di farina" io metto la farina di mais e finisce tutto sempre in polenta...

      Elimina
  4. Anch'io il risotto lo delego all'Orso. Il suo preferito è zucca e gorgonzola, e ti dirò che non è niente male anche se un po' saporito ("amore, ho aggiunto anche un po' di pecorino perché secondo me non aveva abbastanza sapore").
    Detto questo, io i blog di cucina li consulto incrociando i dati con il mio frigo (che adesso che sono a dieta quando lo apri partono le risate registrate) e poi alla fine faccio con quello che ho, come te.
    Buon week end!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buono il risotto zucca e gorgonzola!

      Elimina